• Salute e precauzioni consigliate

    SALUTE E PRECAUZIONE IGENICHE DURANTE IL VIAGGIO

    L’altitudine preserva le regióni andine dai rischi sanitari propi delle regioni sub – tropicali, ma la elevata quota puó comportare qualche problema di adattamento nei primi giorni di permanenza.

    Gli organismi abituati a vivere a bassa quota sono incapaci di adattarsi alla diminuzione di ossigeno gia dai 1900 m. di quota. Un Maggiore affaticamento, debolezza diffusa, mal di testa, leggera nausea e una leggera tachicardia possono essere i primi sintoni del mal di montagna conosciuto in Perú come ” soroche” sintomi che vengono accusati dalla maggior parte dei turisti nei primi giorni di permanenza e costituiscono normali reazioni dell’organismo. Generalmente si tratta di sintomi lievi che spariscono in un paio di giorni, nei partecipanti che accusino seria sintimatologia, i medici locali offrono una qualificata assistenza.

    Esistono vari accorgimenti molto semplici che possono aiutare molto nei primi giorni. Al vostro arrivo nelle zone andine e buono evitare il fumo, l’alcool, faticose passeggiate e soprattutto evitare di mangiare molto e ridurre i cibi pesanti particolarmente nei primi giorni.

    Si consiglio inoltre riposare qualche ora al vostro arrivo, lasciando che il sistema respiratorio si abitui gradualmente alla mancanza di ossigeno, inoltre si consiglia bere molto liquidi, il clima secco e ventoso possono creare piccoli problemi di disidratazione. Nelle localitá Andine é comune consumare il famoso ” mate de coca” infuso di foglie di coca che ha effetti tonificanti sull’organismo e puó prevenire ad alleviare i sintomi del soroche.

    Nota: i pasti pesanti ed una excesiva alimentazione viene sconsigliata particolarmente nella cena, in alta quota il nostro sistema digestivo necesita di maggior tempo per completare il ciclo digestivo ” circa 2 ore in piú”

    CONSIGLI IGIENICI:

    Il cambio di clima, ambiente, abitudini alimentari richiedono alcune semplici regole igienico – sanitarie che ogni viaggiatore esperto conosce.

    A CHI É SCONSIGLIATO IL VIAGGIO:

    É sconsigliata la visita delle localitá a notevoli altitudini senza aver prima interpellato il propio medico di fiducia a coloro che soffrono delle seguenti patologie:

    Disturbi cardiocircolatori come ipertensione arteriosa o cardiopatie, disturbi respiratori come asma, enfisema o brinchiti recidivanti.

    Nota: Vi preghiamo prendere in considerazione i nostri consigli.

    INFLUENZA H1N1…CONSIGLI:

    Stimati,

    vogliamo informarVi che da qualche tempo sono stati confermati casi di INFLUENZA H1N1 su tutto il territorio peruviani; Vi preghiamo per cui nel corso del viaggio di prendere alcune precauzioni. Di seguito alcune info che Vi aiuteranno nel capire di cosa si tratta e come comportarsi.

    Trasmissione

    Come per l’influenza stagionale, la trasmissione da persona a persona si può verificare per via aerea attraverso le gocce di saliva trasportate starnuti o colpi di tosse di persone infette, per mezzo del contatto con materiali o superfici infette.

    Sintomi

    I sintomi dell’influenza sono febbre improvvisa, di norma superiore a 38 °C, e manifestazioni respiratorie (tosse, mal di gola, raffreddore) associati ad almeno uno dei seguenti sintomi: mialgia ed artralgia, letargia e mancanza di appetito. Alcune persone colpite dal virus hanno anche riferito di mal di gola, nausea, vomito, diarrea (in particolare nei bambini) e mal di pancia.

    Prevenzione H1N1

    È possibile diminuire il rischio di infezione adottando una serie di comportamenti:

    Terapia attualmente conosciuta

    La cosa migliore da fare è ricorrere alle stesse cure dell’influenza stagionale: farmacisintomatici, come gli antipiretici o gli antinfiammatori, e riposo assoluto per almeno 4-5 giorni. Sui virus influenzali si sono dimostrati efficaci i farmaci antivirali. Non tutti, però: i soli antivirali raccomandati per il trattamento e la prevenzione dell’influenza umana da virus A H1N1 sono l’oseltamivir (in commercio con il nome di Tamiflu) e lozanamivir (Relenza). Altri farmaci antivirali in uso da tempo come l’amantadina e la rimantadina non sono più efficaci, in quanto i virus influenzali hanno sviluppato resistenza nei loro confronti. Va ricordato, però, che i farmaci antivirali non sono vaccini e non devono essere usati a scopo preventivo a discrezione del paziente; ma devono essere assunti sotto il controllo e dietro prescrizione di un medico.

    Contatto Milano Italia:

  • Tel. 0236639789
    Dalle ore 09.00 alle ore 13.00 - 15.00 alle 19.00
    Email:nancy@infoperu.info
    Email:vivereperu@peruparadisetravel.com
    Tim: 3738328785 Nancy F.
    Skype: nancyperuparadise
  • Sede Principale a Chiclayo:

  • Address: Urb. Los Pinos Mz. E Lote 16 - Pimentel
    Phone: (++51 74) 452614 Fax: (++51 74) 452614
    E-mail: vivereperu@peruparadisetravel.com
  • Sede Succursale a Cusco:

  • Address: Urb. Tahuantinsuyo: Jr. Tupac Yupanqui 204-B Cell: (++51) 943058641 Tel. Uff. 084 431689 E.mail: vivereperu@peruparadisetravel.com Rappresentante: Franco Urbano Castillo.